La storia

LA STORIA

Il green garden nasce nei primi anni 90′ come gelateria artigianale dimostrando fin dal principio qualità ed eccellenza nella produzione del gelato e nell’ideazione di gusti inediti dal sapore sublime ed inimitabile, proprio questa caratteristica diviene il cavallo di battaglia che permetterà l’apertura di diversi punti vendita, ma anche la realizzazione di un luogo poliedrico in grado di fronteggiare le necessità dei clienti dalla colazione fino al serale. Nasce così il green garden group dove oltre alla gelateria vengono sviluppate competenze legate al mondo del food e del beverage, introducendo quindi la caffetteria e il concetto più complesso del cocktail bar.

IL NAMING

Il nome, ereditato da diverso tempo, nasce con lo scopo di infondere la sensazione di assaporare uno squisito gelato nella tranquillità di un “giardino verde” facendo scoprire ai bambini e riscoprire agli adulti quella gioia che accomuna la dolcezza del gelato alla spensieratezza nel vivere un luogo. Gli intenti degli esordi non sono sempre stati catturati nel modo corretto, tuttavia, considerata l’evoluzione del contesto, si rende ora necessario ripartire quasi da zero cercando di mantenere le proprie origini e fortificarle. La nuova visione del green garden ne mantiene il nome, ma prende spunto da un concetto moderno dell’idea del giardino, facendo quindi riferimento alla cultura zen che meglio esprime, in modo simbolico ed immediato, una filosofia che ha alla base una piena consapevolezza di tutte le azioni da seguire ed eseguire. Un nuovo marchio, una nuova comunicazione ed un nuovo ambiente per esprimere il proprio “ESSERE” facendo leva su:
-La consapevolezza: nozione necessaria all’azienda
-Lo stile: il modo in cui ci si presenta è il riflesso della propria personalità e quindi della consapevolezza della propria identità.

LE CONTAMINAZIONI ZEN PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO

La ricerca dell’equilibrio…. l’equilibrio corrisponde al raggiungimento di uno stato di “grazia”. I cerchi concentrici rappresentano i “gradi di essere”, le “gerarchie create” e costituiscono la manifestazione universale dell’Essere unico e non-manifestato, in tutto questo il cerchio e considerato nella sua totalità indivisa e rappresenta nella sua vuotezza, l’Assoluta Pienezza, Semplicità, Completezza, Infinità, perfezione dell’Armonia, simboleggia l’illuminazione, la forza, l’universo.

“Cerchi concentrici come punto focale di energia”